Lettera aperta al futuro sindaco di Venafro

Egregio Signor Sindaco,
Le scrivo questa lettera aperta, oggi che ancora non so il Suo nome, perché l’argomento di cui Le voglio parlare prescinde da partiti e ideologie ed è indipendente dal colore politico dell’Amministrazione. Mi riferisco al tema della cultura, che mi è sembrato assente o trascurato nel corso di questa anche troppo chiassosa campagna elettorale, mentre dovrebbe essere considerato un’emergenza.
Non sto a ricordarLe che la parola “cultura” ha stessa etimologia di “coltura” (dal latino “còlere”, coltivare, attendere con cura), perché, come la coltura si preoccupa della crescita delle piante, la cultura si occupa della crescita morale e intellettuale dell’uomo.
Cultura è dare valore al bello, è valorizzare quanto c’è di storicamente rilevante nella città, è creare per il presente e per il futuro, è elevarsi ed elevare, è estetica ed etica ed è tante altre cose.
Venafro è una delle piú belle città del Molise, se non la piú bella, con il suo castello unico al mondo, le sue trenta bellissime chiese, l’anfiteatro e il teatro romano, il museo, le mura sannitiche recentemente scoperte, e tante, tantissime altre cose. Ma bisogna anche farle conoscere, valorizzarle, fare in modo per esempio che si inserisca Venafro in itinerari turistici, che si creino infrastrutture e si agevoli la ricettività.
Ma poi, oltre alla cultura storico-archeologica, c’è la cultura creativa. La creatività – la letteratura, l’editoria, la pittura, ogni forma d’arte e anche di artigianato – va sostenuta e incoraggiata. Il Premio di Poesia “Venafro”, di cui si sono tenute sette edizioni, che si era imposto come uno dei piú importanti d’Italia, che ha avuto un’eco anche ben oltre i confini nazionali, che ha portato a Venafro poeti del calibro di Peter Russell e Carlos Vitale, ha dovuto interrompersi perché non si è trovato qualche migliaio di euro per la pubblicazione del libro e per la cerimonia conclusiva.
Eppure è sentita a Venafro l’esigenza di dare uno spazio maggiore alla cultura, troppo trascurata negli ultimi anni. Anni in cui le iniziative culturali non hanno trovato l’interlocutore e la voce “cultura” nel bilancio è sempre stata molto modesta, quando non del tutto assente.
Egregio Signor Sindaco, mi rivolgo a Lei, e anche a quella che sarà la Sua Amministrazione, perché non voglia cadere nell’errore di considerare la “cultura” come un fatto marginale, e di non limitarsi a un banale conteggio di presenze facendo calcoli probabilistici di voti futuri, ma con la visione della crescita culturale e morale della città. Non solo perché, come ci insegna Umberto Eco, il conteggio va fatto in senso verticale e non orizzontale (cioè non con il numero dei partecipanti che saranno ovviamente di piú a una sagra che non a una manifestazione culturale, ma che contati negli anni e nei decenni diventano di piú per esempio i lettori di un libro), ma anche perché operare per il futuro e per la crescita intellettuale e morale, lasciare un’impronta nella storia della città è cosa meritoria ed è anche gratificante. E poi magari ci si renderà conto che questo porterà anche voti.
Per ora, La saluto, e, chiunque Lei sia, di cuore Le auguro bon lavoro.

Amerigo Iannacone

Annunci

2 Risposte to “Lettera aperta al futuro sindaco di Venafro”

  1. Elena Grande Says:

    Ben scritto!
    Approvo in pieno ogni parola e sostengo la tua tempestiva ed opportuna iniziativa di sensibilizzazione.
    Il nostro Molise merita di essere conosciuto, apprezzato, valorizzato oltre regione, ma prima ancora di essere “vissuto” e apprezzato dai molisani. Compito delle istituzioni è promuovere la cultura e il territorio con ogni mezzo, partendo dalla sensibilizzazione e dal coinvolgimento diretto dei propri cittadini, dal più giovane ed entusiasta, al più anziano ed esperto: ognuno ha la sua creatività da mettere in campo e questa va stimolata e sostenuta.
    Chiunque sarà il nuovo Sindaco di Venafro, spero sia sensibile a tutto questo. A suo attivo ha di sicuro, già in partenza, un efficiente cittadino come te, validissimo operatore culturale quale sei.

    Elena Grande

  2. amerigoiannacone Says:

    Grazie.
    Vedremo.
    A. I.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: