Archive for luglio 2008

Il “Foglio ” di agosto

31 07pmWed, 23 Jul 2008 21:44:22 +00002042008 2008

È stato spedito agli abbonati “Il Foglio volante” di agosto 2008. Nel numero compaiono le firme di: Roberto Bettero, Loretta Bonucci, Enzo Bonventre, Giorgio Bronzetti, Lisa Carducci, Aldo Cervo, Mariano Coreno, Carla D’Alessandro, Rosalba De Filippis, Óscar Flórez Támara, Alda Fortini, Amerigo Iannacone, Franco Orlandini, Teresinka Pereira, Ivan Pozzoni, Fryda Rota, Patrick Sammut,
Riporto qui di seguito un breve testo, dalla mia rubrica “Appunti e spunti” – Annotazioni linguistiche, e, come al solito, invito chi desideri ricevere una copia saggio a chiedercela a uno degli indirizzi: edizionieva@libero.it, edizionieva@edizionieva.com, opp. per telefono o fax al n. 0865.90.99.50.

“Vagh’e pressa”

Spesso, a giustificazione dell’uso di anglismi nella nostra lingua, si adduce il fatto che le parole inglesi sono piú brevi e piú veloci delle corrispondenti italiane.
In una vita sempre di fretta dove il pranzo diventa sempre piú spesso “fast food” (ma non so perché non si potrebbe dire, per esempio, “Vagh’e pressa”, come recitava l’insegna di una trattoria a Napoli), anche la lingua diventa sempre piú concitata in una inutile fretta, in una sterile rincorsa di noi stessi, che non ci fa piú gustare i momenti della vita.
Per inciso: provate a osservare le sigle di coda degli attuali programmi televisivi: un premo a chi faccia in tempo a leggere un nome. Pensate invece alle chiare e riposanti sigle degli anni Sessanta.
Ma, tornando alla lingua, quelli (spesso si tratta di pubblicitari) che usano parole inglesi sostenendo che sono piú rapide delle corrispondenti italiane, sono poi gli stessi che non dicono piú “gratis”, ma “a zero euro” e non dicono “senza interessi” (troppo facile!) ma “a interessi zero”.
Dimenticando che la via migliore è sempre la piú lineare.

“Una fiaba per te”, magica atmosfera

31 07pmWed, 23 Jul 2008 21:23:16 +00002042008 2008

C’era l’atmosfera giusta, sabato 19 luglio a San Pietro Infine, vecchio centro, per la cerimonia conclusiva del Premio letterario “Una Fiaba per te”. Un’atmosfera in qualche modo magica, di fiaba, appunto: la temperatura ottimale, né caldo né freddo, un folto pubblico, espressioni serene e una luna quasi piena che seguiva dall’alto la manifestazione. E le gradevoli note del pianoforte di Paolo Migliarino e la schietta voce di Rachele Farene rendevano ancora piú fascinosa la serata.


Dopo il saluto del Presidente dell’Associazione “Ad Flexum” Maurizio Zambardi, e il mio intervento, concisi e intensi gli interventi di Giuseppe Napolitano e Aldo Cervo. Magistrale la conduzione della serata da parte di Giampiero Casoni, il quale, tra l’altro, ha anche presentato al pubblico l’Antologia del Premio, ancora fresca di stampa. Un’antologia che accoglie le fiabe dei premiati e dei segnalati, in tutto 19, oltre la prefazione di Giuseppe Napolitano e il verbale della Giuria. In copertina un bel disegno figurativo-simbolico di Ilaria Fuoco che la stessa autrice ha illustrato ai presenti.
Si è passati quindi alla premiazione, ottimamente condotta da Ida Di Ianni, con lettura di brani delle fiabe.



Un’intervista

31 07pmMon, 21 Jul 2008 14:01:34 +00002022008 2008

Nel blog www.patrickjsammut.blogspot.com, è uscita un’intervista che il poeta maltese Patrick Sammut ha voluto farmi. Mi farà piacere se vorrete visitare il blog.
Nato a Malta nel 1968, Sammut è laureato in Letteratura Italiana Contemporanea all’Università di Malta, è un ottimo poeta ed è Vice-Presidente dell’Associazione dei Poeti Maltesi, fondata nel 1975. È anche editore della rivista di poesia “Versi”.

Cronache reali e surreali

31 07pmTue, 15 Jul 2008 20:44:52 +00001962008 2008

È appena uscito il mio nuovo libro, una raccolta di 42 racconti dal titolo “Cronache reali e surreali” (Ed. Eva, Venafro 2008, pp. 144, € 12,50), che si avvale di una prefazione di Aldo Cervo e di una nota critica di Dante Cerilli. In appendice recensioni di Giuseppe Napolitano e Antonio Vanni.
Riporto qui di seguito stralci dei testi di Cervo e Cerilli.
Chi desideri ricevere il libro lo può chiedere a me, oltre che alle Edizioni Eva (www.edizionieva.com, edizionieva@edizionieva.com. edizionieva@libero.it, tel. e fax 0865.90.99.50): lo riceverà a prezzo di copertina, senza aggravio di spese di spedizione.

Cronache reali e surreali”, come emblema di quegli itinerari dell’anima, seguendo i quali si va ad esplorare – ma solo per fugaci barlumi – dello spirito umano quella regione che quasi mai affiora nella normalità delle quotidiane apparenze. E nella rappresentazione di tali itinerari, il nostro autore esibisce perfino spunti da letteratura del mistero, alla Edgar Allan Poe per intenderci, come in “L’uomo in abito scuro”.
Di qui l’impressione di trovarci – con le
“Cronache reali e surreali” – di fronte a un intellettuale, se non inedito, almeno diverso da quello cui eravamo abituati.
Il quale – sia chiaro – continueremo a vedere nella sua consueta identità, nei suoi lineamenti un po’ carducciani (maschera neanche poi tanto impenetrabile di un animo sensibilissimo e facile a commuoversi), ma con la novità che d’ora in avanti sappiamo qualcosa di lui che prima ignoravamo, ovvero il retroterra (meglio il sottosuolo) psicologico dal quale volto e arte dell’autore derivano le forme che conosciamo.

(Dalla Prefazione di Aldo Cervo)

Credo che non possa essere disdicevole per Amerigo Iannacone, specie in considerazione piú ampia della sua opera, la sua collocazione nel “post-moderno”, soprattutto se si è concordi con quanto Cortelazzi e Cardinale scrivono al riguardo di quella contemporanea fase culturale nel loro “Dizionario di parole nuove” (1986), ovvero che il post-moderno è “tutto ciò che del passato è recuperabile come stile di vita, in contrasto con il progresso ad ogni costo”.
Eppure la notazione conclusiva che rimane vivificata dalla scelta poetica di Amerigo Iannacone è che la letteratura pare non possa prescindere, comunque, dalla realtà e che sempre forte è il bisogno di conciliare negli eventi letterari il razionalismo con l’idealismo di ciascuna dimensione individuale; e che può esistere una letteratura che tratti la realtà senza ideologizzarla.
(Dalla Nota critica di Dante Cerilli)

Si rinnova la magia di “Una fiaba per te”

31 07pmThu, 10 Jul 2008 19:56:35 +00001912008 2008

Si terrà sabato 19 luglio a San Pietro Infine, vecchio centro, a partire dalle ore 20, la cerimonia di premiazione del Premio letterario “Un Fiaba per te”, indetto dall’Associazione Culturale “Ad Flexum”, quest’anno alla seconda edizione. Notevole il successo sia dal punto di vista della partecipazione (148 partecipanti da tutta Italia) sia per la buona qualità dei testi pervenuti.
Non è stata facile la scelta per la qualificata Giuria, composta da Amerigo Iannacone (presidente), Maurizio Zambardi (Presidente onorario), Aldo Cervo, Ida Di Ianni, Rita Iulianis, Giuseppe Napolitano ed Antonietta Perrone.
Il primo premio è andato a Giovanna Bertino, di Manziana (Roma), per la fiaba “Il quadrifoglio”, il secondo a Massimo Brusasco, di Fubine (Alessandria), per la fiaba “Che bello capire un’acca”, il terzo Francesco Franceschini, di Terni per la fiaba “Ci sarà una volta.
Vengono poi segnalati Brunella Angius, Assemini (Cagliari); Maria Letizia Avato, Roma; Vincenzo Calce, Cassino (Frosinone); Pasquale Cominale, Cascano di Sessa Aurunca (Caserta); Fabiana Dantinelli, Roma; Walter Gentile, Pozzuoli (Napoli); Carmelo Impulsino, Fossombrone (Pesaso e Urbino); Mariateresa La Porta, Venafro (Isernia); Arianna Mancin, Adria (Rovigo); Annamaria Matera, Cosenza; Sabrina Ricauda Aimonino, Bairo (Torino); Maria Laura Santoro, Cassino (Frosinone); Davide Viero, Molvena (Vicenza); Antonio Villa, Formia (Latina); Pasquale Zeppieri, di Veroli (Frosinone). Viene inoltre segnalato, fuori concorso perché meritevole, ma fuori dei canoni della fiaba, il testo di Michele Piccolino, di Ausonia (Frosinone).
Il programma della serata prevede, dopo il saluto delle autorità e gli interventi di Maurizio Zambardi, Amerigo Iannacone e Giuseppe Napolitano, la premiazione dei vincitori e la lettura da parte di Ida Di Ianni di brani delle loro opere. Intermezzi musicali del Duo Piano e Voce M° Paolo Migliarino e Rachele Farene, allieteranno la serata.
Intanto è in stampa l’antologia del Premio, da me curata, con le fiabe dei vincitori e dei segnalati. Il volume sarà disponibile per la serata della premiazione.

Biblioteca in piazza

31 07pmThu, 10 Jul 2008 17:49:31 +00001912008 2008

Giovedí, 17 luglio, a partire dalle ore 21 a Mignano Monte Lungo (Caserta), in Largo Marandola, ci sarà una stimolante serata per gli amanti dei libri e della musica e non solo.
L’iniziativa promossa dall’Associazione Culturale “Oikía” e dal Comune di Mignano Monte Lungo, ha per titolo “Biblioteca in piazza”. È previsto un saluto del Sindaco Roberto Campanile e un mio intervento in tema di libri e poi letture di prose e poesie, con intermezzi musicali. Saremo felici se vorrete partecipare.